Rizzotto Dario

Residenza

Ischia

Provenienza

Sicilia

Rappresentante della casata

Cav. Dott. Dario Rizzotto

Conferimenti privati

Conte di San Giovanni d’Acri e Santa Sophia (Titolo concesso dalla Casa Tiberio Dobrynia Aragona)

Patrizio Bizantino (Casa Tiberio Dobrynia Aragona)

Sodalizi di appartenenza

Accademia di Studi Sociali Umanistici ed Economici (Casa Ducale d’Este Orioles)

Ente Morale “Centro Studi isola d’Ischia”

Cavalieri di Malta ad Honorem

Sacro Angelico Ordine Costantiniano dei Cavalieri Aurati (Casa Tiberio Dobrynia Aragona)

Imperiale e Reale Arciconfraternita Hospitaliera dei Padri San Pio e Sant’Antonio (Casa Tiberio Dobrynia Aragona)

“Caballero de Justicia” nell’elenco dei” Caballeros y damas del Reino de Espana”

Etimologia del cognome

Probabilmente deriva da un soprannome che indicava che il capostipite avesse i capelli ricci. 

Storia del cognome

Famiglia di antica tradizione originaria della Sicilia propagatasi in Veneto nel trecento e , successivamente, in diverse regioni d’Italia. La cognomizzazione, derivante dal latino “ericius” (porcospino), è anteriore al XV secolo.

I nomi dei Rizzotto sono prevalentemente ricordati in testi, atti notarili e contratti di vendita di terreni e case dai quali appare che erano di condizione agiata e nobile.

Nella bibliografia “Delle memorie venete antiche profane ed ecclesiastiche” stampata in Venezia nel 1745 sono citati diversi rogiti del notaio Francesco Rizzotto, che fu notaio dello stato di Venezia dal 1400 al 1437. Sempre in Veneto un  Lino ,abate,  fu docente di catechesi teorica e pratica e di metodica all’università di Padova nel 1843 e  fu corrispondente delle Reale Accademia Virgiliana di Scienze Lettere ed Arti di Padova nel 1868.Nelle città di Genova e Roma  si stabilirono altri esponenti della casata .Un esponente del ramo lombardo fu insignito dell’Ordine della Corona di Ferro del regno italico (1814). Nello Stemmario del conte Edgardo Mattei, conservato nella biblioteca del Collegio Araldico di Roma, è riportato lo stemma del ramo romano della famiglia.

La casata si distinse per gli incarichi ricoperti dai suoi rappresentanti quali funzionari  dell’amministrazione del Regno di Sicilia prima, poi del Regno delle Due Sicilie e nell’ambito ecclesiastico. In particolare, sono da ricordare le figure di Don Giuseppe e Don Giovanni Rizzotto, magistrati, entrambi consiglieri della Gran Corte dei Conti in Palermo, e del Can. Dott. Antonino Rizzotto che fu Maestro Cappellano e Parroco della Cattedrale di Palermo(1844).Don Salvatore Rizzotto e Don Cristofaro Rizzotto furono invece funzionari della Corte Suprema di Giustizia   in Palermo mentre Don Giacomo rivestì il ruolo di esperto della Deputazione della medesima città.

Altro importante esponente del casato fu  il drammaturgo Cav.  Giuseppe Rizzotto(1828-1895) che dopo gli studi in  giurisprudenza presso l’Università di Palermo decise di darsi al teatro  e iniziò come attore e successivamente anche come autore, esordendo con la commedia “I mafiusi de la Vicaria”. L’opera ebbe grande successo e venne rappresentata prima nei maggiori centri della Sicilia ( nel 1875 se ne registrarono oltre trecento repliche nella sola Palermo ) e poi   con  successo in quasi tutte le maggiori città italiane ed in Sud America. Alla rappresentazione nella città di Napoli assistette anche il principe ereditario Umberto di Savoia. La figlia del drammaturgo,Giulia,coniugata con l’attore Alfonso Cassini,fu oltre che apprezzata  attrice teatrale e del cinema muto,  fra le prime donne registe italiane. A lei si deve anche la fondazione di  due importanti  scuole di recitazione cinematografica, una nel 1916 a Firenze ed un’altra nel 1918 a Roma.


Altre registrazioni

Change this description


Il rappresentante della casata


Il dott. Dario Rizzotto, attuale rappresentante del ramo che da Palermo si è poi  propagato a Napoli e quindi ad Ischia, è laureato in discipline giuridiche ed economiche ed è funzionario del Ministero della Giustizia dal 1996.
Ufficiale Commissario in congedo, è  Accademico di merito dell’Accademia di Studi Sociali Umanistici ed Economici (Casa Ducale d’Este Orioles) e socio effettivo e Presidente del collegio sindacale dell’Ente Morale “Centro Studi isola d’Ischia”.
Conte di San Giovanni d’Acri e Santa Sophia ( Titolo concesso dalla Casa Tiberio Dobrynia Aragona) è altresì Barone  del Sacro Palazzo Lateranense, Cavaliere di Malta ad honorem, Cavaliere ereditario  al merito di giustizia del Sacro Angelico Ordine Costantiniano dei Cavalieri Aurati (Casa Tiberio Dobrynia Aragona) Confratello e Cavaliere ereditario della  Imperiale e Reale Arciconfraternita Hospitaliera dei Padri San Pio e Sant’Antonio (Casa Tiberio Dobrynia Aragona) Patrizio Bizantino (Casa Tiberio Dobrynia Aragona). Il Dott. Rizzotto è iscritto quale “Caballero de Justicia” nell’elenco dei” Caballeros y damas del Reino de Espana”.